The Sleep_ers

is a photographic project that documents the presence of those who rest in our cemeteries.  A picture of a sleeper has been posted every day. The account has soon turned into a spinning wheel that generates different life tales. Faces of the dead women, children, war heroes, common people, are the protagonists of a delicate reflection on the primary repressed of the human being, death, and on the theme of memory, delegated to technological and electronic devices not immune to errors. In the audiovideo work, analogue video synthesizers were used whose erroneous calculation of a signal alien to the device has generated a falsification of the memory, alluding to the mnemonic process, also subject of metamorphosis and ineluctable distortion in the course of the time.

The Sleepers became an audio-video installation in 2019, inside Art City Report for Arte Fiera Bologna and of the summer calendar of the Monumental Cemetery of the Certosa di Bologna, thanks to the collaboration with Pasquale Sorrentino (MU versatile label) , musician e genius maker.

The Sleepers returns to #certosadibologna this 22th August and in Sept the 5th. The A/V installation is a #crossmedia opera, spread inside the #cemetery. The purpose of the artwork is a delicate reflection among the main human blanked out, the death, and on the memory, entrusted to technological devices subject to errors.
Thanks to my journey’s mates Pasquale Sorrentino for embracing the project since the very beginning and Alessandro Tampieri for joining us with his professional and talented presence from here on.

è un progetto fotografico che documenta la presenza di coloro che riposano nei nostri cimiteri. Questa definizione nasce a partire dalle due importanti concezioni religiose e filosofiche ( Cattolicesimo e Buddhismo ). “The Sleepers” nasce su Instagram dall’urgenza di esprimere e di chiarire i messaggi che i silenti ci inviano attraverso la loro effige. Ogni giorno viene postato il ritratto di un Dormiente. La pagina si è presto trasformata in una pressa rotativa che genera diversi racconti di vita.

The Sleepers è diventata installazione audiovideo nel 2019, all’interno di Art City Segnala per Arte Fiera Bologna e del calendario estivo del cimitero Monumentale della Certosa di Bologna, con la collaborazione di Pasquale Sorrentino (Mu versatile label) musicista e maker geniale.

Volti di defunti, donne, bambini, eroi di guerra, gente comune, sono i protagonisti di una delicata riflessione sul rimosso primario dell’essere umano, la morte, e sulla tematica della memoria, affidata a dispositivi tecnologici ed elettronici non immuni da errori. Nell’opera audiovideo sono stati utilizzati sintetizzatori video analogici il cui errato calcolo di un segnale alieno al dispositivo ha generato una falsatura del ricordo, alludendo al processo mnemonico, anch’esso oggetto di metamorfosi ed ineluttabile distorsione nel corso del tempo.

[link]